Ecolabel UE per le imprese di pulizia: a che punto sei?

Abbiamo messo a punto un questionario che consente alle imprese di pulizia di valutare la fattibilità dell’acquisizione della certificazione EU Ecolabel per i servizi di pulizia. Dopo aver risposto a poche domande, ti ricontatteremo per presentarti i risultati dell’analisi preliminare per valutare la situazione attuale della tua azienda e l’impegno necessario per ottenere la certificazione EU Ecolabel.

Sei interessato a capire a che punto è il tuo servizio di pulizia rispetto a quanto previsto dalla certificazione EU Ecolabel?

Sei interessato ad approfondire qual è l’impegno richiesto per adeguarsi ai criteri ecologici?

Sei interessato a capire qual è l’investimento necessario per ottenere la certificazione?

Il 2 maggio 2018 infatti è stata pubblicata la Decisione UE 2018/680 della Commissione Europea che stabilisce i criteri per l’assegnazione del marchio ecologico Ecolabel UE ai servizi di pulizia di ambienti interni.

Perché certificarsi Ecolabel UE

Le imprese di pulizia che si certificano possono dimostrare di applicare un protocollo green codificato dall’Unione Europea, e potranno così beneficiare di un vantaggio competitivo nei confronti dei clienti privati e nel settore degli appalti pubblici.

Le disposizioni del Codice degli Appalti relativamente alla certificazione Ecolabel UE sui servizi

  • le stazioni appaltanti possano utilizzare le certificazioni ecologiche e sociali, ad esempio l’EU Ecolabel, come strumento esclusivo di conformità al capitolato di gara (articolo 69);
  • le stazioni appaltanti possano utilizzare l’EU Ecolabel come criterio premiante delle offerte (articolo 95);
  • gli operatori economici in possesso della certificazione EU Ecolabel hanno diritto a una riduzione del deposito cauzionale del 20% (articolo 93).